Guacci. la distribuzione farmaceutica al servizio della tua farmacia. Scegli Guacci per crescere in valore ed efficienza.

Un filo diretto con i farmacisti: Hai bisogno di supporto o altro? Contattaci

Focus dell’Agenas su telemedicina e intelligenza artificiale. Coscioni: «Sanità digitale è già tra noi»

Il numero 47 del 2022 della rivista dell’Agenas “Monitor – Elementi di analisi e osservazione del sistema salute” è dedicato alle linee guida organizzative contenenti il modello digitale per l’attuazione dell’assistenza domiciliare. La pubblicazione va ad approfondire lo sviluppo delle iniziative previste nell’ambito della Missione Salute del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), con particolare riferimento al potenziamento dell’assistenza territoriale. Gli articoli proposti esaminano le possibilità di erogazione di prestazioni e servizi, attraverso l’uso di approcci innovativi alla pratica sanitaria, quali la telemedicina e l’intelligenza artificiale. Vengono quindi trattati l’investimento in telemedicina necessario dalla progettazione all’attuazione, gli aspetti informatici e tecnologici della piattaforma nazionale di telemedicina, la telemedicina applicata alle malattie neurodegenerative, il telemonitoraggio e il telecontrollo per l’oncologia e per i cittadini con malattie cardiologiche, respiratorie e il diabete, la televisita e il teleconsulto, la teleassistenza nell’ambito della sanità territoriale, gli impatti organizzativi della telemedicina nei reparti, nelle professioni e nelle continuità assistenziali.

Intelligenza artificiale nell’assistenza territoriale

Se la telemedicina sta diventando via via sempre più familiare sia per gli operatori sanitari che per i pazienti, meno noti sono gli usi dell’intelligenza artificiale nell’ambito della sanità. Monitor dedica un’ampia sezione a questo tema. Attraverso i contributi di molti esperti, si parla infatti di intelligenza artificiale e cure primarie, machine learning in ambito sanitario, stato dell’arte e potenzialità del machine learning in cardiologia, machine learning e deep learning come strumenti di medicina personalizzata e di precisione nell’oncologia territoriale integrata e nella cura del diabete.

Coscioni: «La sanità digitale è già tra noi»

Nella sua introduzione, il presidente dell’Agenas Enrico Coscioni illustra gli sviluppi già in corso delle attività previste dal Pnrr, che stanno via via prendendo forma. «Più volte abbiamo detto di come l’emergenza epidemiologica abbia rappresentato un punto di svolta nell’organizzazione per il nostro Servizio sanitario nazionale (Ssn). A testimonianza di ciò, non vi sono solo le varie azioni di riforma e investimento presenti nel Pnrr, che a mano a mano stanno prendendo forma, ma anche quanto il legislatore sta portando avanti in sinergia a esse. Si potrebbero fare molti esempi, ma credo sia utile soffermarsi almeno su due aspetti che vedono l’Agenzia protagonista nel favorire lo sviluppo della sanità digitale. Il primo riguarda la decisione del Parlamento di affidare ad Agenas il ruolo di Agenzia nazionale per la sanità digitale (Asd). L’obiettivo è di garantire l’omogeneità a livello nazionale e l’efficienza nell’attuazione delle politiche di prevenzione e nell’erogazione dei servizi sanitari, ivi inclusi quelli di telemedicina, assicurando così il potenziamento della digitalizzazione dei servizi e dei processi in sanità. Il secondo riguarda la definizione della Piattaforma nazionale di telemedicina (Pnt). Anche in questo caso l’obiettivo è ambizioso, in quanto, oltre a voler colmare il divario tra le disparità territoriali, si intende offrire maggiore integrazione tra i servizi sanitari regionali e le piattaforme nazionali attraverso soluzioni innovative».

© Riproduzione riservata