Guacci. la distribuzione farmaceutica al servizio della tua farmacia. Scegli Guacci per crescere in valore ed efficienza.

Un filo diretto con i farmacisti: Hai bisogno di supporto o altro? Contattaci

Garcinia cambogia, obbligatoria avvertenza speciale nell’etichetta

Il Ministero della Salute ha reso nota la decisione presa in seguito all’allerta relativa agli integratori alimentari contenenti Garcinia cambogia, scaturita per via di effetti avversi segnalati dopo l’assunzione di uno di questi prodotti. «A seguito dell’allerta alimentare n. 2021.3300 su integratori contenenti Garcinia cambogia – aveva comunicato il Ministero -, alla luce della situazione estremamente grave relativa agli effetti di questo integratore e alla necessità di valutare la situazione, verrà inviata una nota agli operatori del settore sanitario (Osa) che hanno notificato integratori di questo tipo con la richiesta di valutare la sospensione in via cautelativa della commercializzazione, inclusa l’eventuale vendita online, degli integratori contenenti la pianta in oggetto e/o di adottare le opportune misure per affrontare gli eventuali problemi di sicurezza correlati al prodotto». Dopo aver effettuato una valutazione scientifica approfondita, il Ministero ha riferito che, benchè gli effetti avversi riportati siano probabilmente di natura idiosincrasica, ritiene comunque opportuno introdurre una speciale avvertenza nell’etichetta dei prodotti.

Avvertenza supplementare a tutela dei consumatori.

«A seguito delle valutazioni condotte dalla scrivente conseguenti ai casi di epatotossicità riportate nelle allerte citate conseguenti all’assunzione di integratori alimentari contenenti estratti e preparati di Garcinia gummi-gutta sin. Garcinia cambogia, si è concluso che, a oggi, le cause sono verosimilmente da ricondurre a reazioni probabilmente di natura idiosincrasica». Questa la conclusione del Ministero della Salute, che aggiunge: «Si ritiene, comunque, sulla base delle valutazioni del gruppo multidisciplinare di esperti appositamente istituito alla decisione, di inserire un’avvertenza specifica per gli integratori contenenti estratti e preparati di Garcinia cambogia a tutela dei consumatori». L’etichetta dovrà riportare la seguente dicitura: “AVVERTENZA IMPORTANTE: qualora a seguito dell’uso del prodotto insorgano dei disturbi, a carico ad esempio della funzione epatica o del sistema nervoso centrale, interrompere l’assunzione e sentire il parere del medico”. Lo stesso gruppo multidisciplinare, dopo approfondita revisione della letteratura scientifica, ha concluso che non ci sono evidenze a supporto degli effetti fisiologici attribuiti alla Garcinia cambogia nelle linee guida ministeriali, che non potranno quindi essere più utilizzate. «Si invitano gli operatori del settore alimentare interessati – conclude pertanto il Ministero – a conformare l’etichetta degli integratori alimentari contenenti estratti e preparati di piante di Garcinia gummi-gutta sin Garcinia cambogia entro e non oltre il 31 dicembre 2021».

Le responsabilità degli Osa.

Il Ministero della Salute ha inoltre ribadito le responsabilità degli operatori del settore alimentare, che sono tenuti anzitutto a garantire la conformità dei propri prodotti alla normativa alimentare applicabile e alla sicurezza. Gli Osa devono poi adempiere all’obbligo di verificare che gli ingredienti impiegati non siano novel food ex reg. 2015/2283, acquisendo tutta la documentazione necessaria a comprovarlo, mettendola a disposizione dell’autorità competente qualora richiesto. «Si ricorda – aggiunge infine il Ministero – che l’impiego di una pianta, sua parte, derivato, estratto contenuti nell’elenco di cui al D.M. 10 luglio 2018 è sempre subordinato alla valutazione di non applicabilità del regolamento 2015/2283 […]. Nel caso in cui un Osa avesse dei dubbi nel considerare o meno novel food un botanical, o qualunque altra sostanza o ingrediente, nel vigente quadro normativo può consultare il Ministero della Salute secondo quanto prevede il regolamento (Ue) 2018/456».

© Riproduzione riservata