Spesa farmaceutica, a gennaio-novembre 2018 flessione del -4,0%

Prosegue la diminuzione della spesa farmaceutica convenzionata, già osservata nei primi mesi del 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo quanto evidenziato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), nel “Monitoraggio della spesa farmaceutica nazionale e regionale”, relativo al periodo che va da gennaio a novembre del 2018, «la spesa farmaceutica convenzionata netta a carico del SSN nel periodo gennaio-novembre 2018 calcolata al netto degli sconti, della compartecipazione totale (ticket regionali e compartecipazione al prezzo di riferimento) e del pay-back 1,83% versato alle Regioni dalle aziende farmaceutiche, si è attestata a 7.163,2 ml di euro». Tale volume corrisponde ad un decremento di -299,6 milioni di euro, pari al -4,0% in meno, rispetto all’anno precedente. Anche i consumi, espressi in numero di ricette, hanno evidenziato un decremento di 530,1 milioni di ricette, ovvero il -0,5% in meno rispetto al 2017. Inoltre, in controtendenza rispetto agli altri indicatori, aumenta sia l’incidenza del ticket, ovvero la quota di compartecipazione a carico del cittadino, di 59,8 milioni di euro (+4,2%) e, contestualmente, il numero di dosi giornaliere dispensate, che discosta dai valori dell’anno precedente di 458,3 milioni di dosi, pari ad un incremento del 2,4%.
Una rapida analisi alla spesa farmaceutica non convenzionata, ovvero quella costituita dagli “acquisti diretti”, relativi ai farmaci di fascia A erogati attraverso la distribuzione diretta e la distribuzione per conto, mette subito in evidenza che, per il periodo gennaio-novembre 2018, «la verifica del tetto programmato della spesa farmaceutica per acquisti diretti del 6,89% al netto dei pay-back vigenti e dei fondi per gli innovativi non oncologici e innovativi oncologici evidenzia un’incidenza del 9,03%, pari ad un disavanzo rispetto alla spesa programmata», pari ad un incremento di +2.208 ml €, 110 dei quali si riferiscono alla spesa per farmaci innovativi Oncologici e non Oncologici non coperta dai rispettivi fondi.

© Riproduzione riservata